Alto rendimento energetico per la casa anni ’70 realizzata da LUMEN

LA ZONA giorno di Casa AB si presenta come un delicato equilibrio tra texture, materiali e colori, per un ambiente contemporaneo, luminoso e accogliente. Sopra il tavolo in rovere nodato la raffinata lampada a sospensione di Leds C4 (immagini: Giuseppe Volpe per M12AD).
In puglia, il progetto di ristrutturazione di un appartamento degli anni ‘70, reso più funzionale da una nuova ridefinizione degli spazi e dall’utilizzo di tecnologie domotiche e di illuminazione ad alto risparmio energetico.

Per il progetto Casa AB di Lumen, di m12 AD, l’architetto Michelangelo Olivieri ha puntato contemporaneamente su due fronti: la composizione degli spazi e la commistione di differenti pattern materici. La committenza, una giovane coppia in attesa del primo figlio, aveva mostrato l’esigenza di rendere moderno e fruibile un vecchio appartamento, dalla tipica composizione architettonica degli anni ’70: un lungo corridoio che portava alle camere dislocate tutte sulla destra. Una fitta successione di aperture senza ritmo compositivo, la prima delle quali era la camera da letto, posta direttamente difronte alla porta d’ingresso.

EQUILIBRIO MATERICO E CROMATICO

L’intervento di ristrutturazione ha avuto come focus quello di creare una netta distinzione tra zona notte e zona giorno. Le aperture, infatti, sono state nascoste da un muro che si apre tramite una porta quasi invisibile su un disimpegno che porta al bagno padronale, alla cabina armadio e alla camera da letto.

In questo modo, chi entra si trova davanti a un “passaggio obbligato” color bronzo, che porta visivamente e in maniera immediata all’ampia zona giorno, studiata come un open space e costituita da una cucina a tutta altezza in rovere naturale e quarzo bianco, resa dinamica da un divano color ottanio che rompe visivamente la simmetria di colori.In questo modo la zona notte risulta come racchiusa in questo scrigno metallico, reso visivamente continuo e senza giunti da porte filomuro e battiscopa integrato. A completare l’intervento, nella parete portante sono state inserite ampie armadiature a scomparsa.

LA CAMERA da letto ripropone il delicato equilibrio materico cromatico della zona giorno. Lampade a sospensione di Penta illuminazione. Placche di finitura BTicino Light Air.

Nell’appartamento convivono differenti consistenze materiche: quella fredda del bronzo, realizzato in resina, il rigore lucido del quarzo bianco (utilizzato per il top e le ante dell’isola), alle quali si contrappongono il calore avvolgente del rovere nodato, in cui è realizzato anche il tavolo della cucina, il parquet in sucupira e il velluto del divano. A rendere ancora più sofisticato il design della zona giorno, si aggiunge l’eleganza del nero, che campeggia sul piano cottura e nel mobile della TV, che integra al suo interno un camino.

La stessa raffinata palette di colori viene replicata nella zona notte. Nella camera da letto, infatti, si trova il colore ottanio applicato alla parete principale, contrapposta alla morbidezza visiva e materica di un letto in suede testa di moro. Cassettiera e comodini in noce riportano in superficie un distinto vetro nero. Il bronzo dona luce attraverso le sospensioni.

IMPIANTI AD ALTA EFFICIENZA

Tutto l’appartamento rispecchia criteri di risparmio energetico, anche grazie ai sistemi di domotica e illuminazione istallati. Un sistema illuminante, realizzato da strip di LED remoti alloggiati nelle gole del controsoffitto e faretti a Led integrati, regala differenti scenari luminosi in tutte le zone dell’appartamento. Il sistema domotico invece permette la gestione del caldo/ freddo da applicazioni da remoto su smartphone, come per esempio l’accensione della caldaia e la valutazione dei carichi di consumo energetico. Il massimo del comfort abbinato all’alta tecnologia per un ambiente unico e sofisticato.

SCHEDA LAVORI

Impianto realizzato
Impianti illuminotecnico e domotico

Progettazione / Installazione
Lumen, Corato (BA)

Materiali installati
• LED strip 16,5w/mt: Novalux
• Sospensioni camera da letto: Penta illuminazione
• Sospensione tavolo pranzo: Leds C4 illuminazione
• Serie civile interruttori, prese e placche: BTicino
• Domotica e automazione: Came Domotic 3.0
• Sensoristica interna: Inim Elettronics

Fornitura materiali
Lumen, Corato (BA)

IMPIANTI AD ALTA EFFICIENZA ENERGETICA
Raffaele Mazzilli, titolare di Lumen, Corato (BA).

Quali sono le principali caratteristiche dell’impianto di illuminazione? «L’impianto di illuminazione è stato progettato per ottenere diversi scenari di luce. Gli incassi rasati sono accessoriati di lampade LED 38° CRI90 3000K luce calda e assolvono alle necessità di illuminazione diretta degli ambienti; montano lampade con diodi LED non direttamente visibili e non generano alcun problema di accecamento. Le lampade a sospensione, utilizzate a servizio del tavolo e dei comodini in camera da letto, hanno duplice funzione di illuminazione funzionale e decorativa, essendo gli unici oggetti aggettanti rispetto al plafone in cartongesso. I plafoni in cartongesso sono progettati e installati con effetto sospeso e ricreano, grazie alle velette perimetrali, uno scenario illuminazione di servizio con LED e luce lavata sulle pareti in resina». Com’è strutturato l’impianto domotico e quali funzioni consente di gestire? «Grazie alla struttura domotica Came Domotic 3.0 e all’interazione delle singole schede di interfaccia è possibile gestire le luci interne ed esterne della casa attraverso scenari di attivazione, timer o rilevazioni crepuscolari; la chiusura e apertura automatica degli ingressi; gli scenari di inserimento dell’antifurto; le rilevazioni incendio, allagamento e fughe di gas. E ancora il clima, la regolazione della luminosità di tutte le luci (anche RGB), la diffusione sonora e i consumi energetici della casa sia in locale sia in remoto. L’installazione contestualizzata alle necessità del committente di Casa AB è gestita da un terminale touch screen 10’’ installato all’interno dell’abitazione. La modularità della struttura domotica ci ha consentito di implementare le automazioni a seconda delle necessità e delle richieste pervenute anche in corso d’opera, mantenendo invariata la possibilità di interagire con tutti i sistemi già descritti». In che modo gli impianti rispecchiano criteri di efficienza energetica? «Gli impianti descritti rispecchiano i criteri di efficienza energetica principalmente per la possibilità di gestione remota, oltre che in locale. L’utente può attivare in qualsiasi momento scenari di luce, controllare lo stato delle luci (accese o spente), attivare o disattivare il clima raffrescamento e riscaldamento, controllare e monitorare i consumi della casa nelle diverse fasce orarie, inserire delle soglie di potenza e delle priorità di carichi. Le illuminazioni LED, inoltre, contribuiscono ad abbattere i consumi energetici pur garantendo i flussi luminosi e le rese cromatiche richieste dal progetto».

Guarda altre fotografie della Casa AB realizzata da Lumen

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.