Schneider Electric: azioni a livello mondiale in risposta alla crisi attuale

Schneider Electric agisce in risposta alla crisi Covid-19 e resta in linea con i risultati attesi relativi agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite, misurati nell’indice non finanziario Schneider Sustainability Impact, con 7.15 punti su 10.

Per il sesto anno Schneider Electric, leader nella trasformazione digitale della gestione dell’energia e dell’automazione, ha annunciato in contemporanea i suoi risultati finanziari e non finanziari, relativi al primo trimestre 2020.

Ogni trimestre Schneider Electric rende pubblici i dati su 21 indicatori dell’indice Schneider Sustainability Impact (SSI), che misurano i progressi fatti per il periodo 2018- 2020 rispetto agli ambiziosi obiettivi di sostenibilità dell’azienda, stabiliti in riferimento agli impegni presi in occasione del COP 21 e agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (SDG). In questo trimestre, l’indice Schneider Sustainability Impact ha raggiunto un punteggio complessivo di 7.15 su 10. La sua corsa è rallentata, come ci si aspettava, a causa dell’attuale crisi, per la quale il Gruppo ha avviato a livello mondiale nuove azioni, confermando il suo impegno in ambito socio-economico e sociale.

I risultati non finanziari, secondo i vari indicatori, sono i seguenti.

Gilles Vermot Desroches, Sustainability Senior VP di Schneider Electric, ha commentato: “Stiamo vivendo una sfida senza precedenti, che coinvolge miliardi di persone, e la sostenibilità è sempre importante. Sono convinto che insieme potremo non solo arrivare più lontano, ma anche arrivare più velocemente a ciò che ci proponiamo, se perseguiamo gli stessi obiettivi globali. Schneider Electric monitora attentamente e reagisce alla crisi economica e sanitaria globale, in rapida evoluzione causata, dal Covid-19 (Nuovo coronavius). La Fondazione Schneider Electric ha reagito immediatamente lanciando il fondo Tomorrow Rising, un acceleratore per le azioni con cui rispondiamo ai bisogni immediati delle persone, per aiutare a recuperare dopo la crisi e a diventare più resilienti anche in futuro”.

Impegni di sostenibilità in risposta alla crisi Covid-19

Oggi Schneider Electric si unisce per rispondere alla crisi e preparare una reazione al post crisi basata su quattro pilastri.

Sostegno a tutti i dipendenti
La priorità di Schneider Electric è assicurare salute e sicurezza a tutti i dipendenti nel mondo, implementando misure e protocolli in linea con le direttive locali. In risposta alla crisi Covid-19, il Gruppo ha rafforzato i suoi benefit standard a livello globale (relativi a vita, salute e cura familiare) per tutti i dipendenti, in tutto il mondo, per tutta la durata della crisi. Alla fine del 2019 due dei programmi più importanti, inseriti nella sezione “salute ed equità” del report Schneider Sustainability Impact erano già arrivati vicini al 100% di copertura: si tratta dell’iniziativa per la parità salariale di genere e il programma Global Familiy Leave.

Sostenere la società e offrire consulenza all’ecosistema
In tutto il mondo Schneider Electric è considerata un’azienda con attività essenziali, che offre continuità di servizio a infrastrutture critiche come ospedali, data center, reti IT, catene a temperatura controllata in ambito alimentare, impianti per l’energia, trasporti, impianti di trattamento acque, aziende vitali per le economie dei paesi.

Assicurare questa continuità di servizio in tutti i paesi e in tutte le comunità in cui Schneider Electric opera è responsabilità del Gruppo ed è il principale contributo nell’affrontare la crisi Covid-19. In tal senso, il Gruppo si focalizza in particolare sulla manutenzione operativa e servizi per le infrastrutture critiche, nel rispetto delle normative sanitarie e indicazioni delle istituzioni pubbliche nazionali e locali, e collaborando con tutto l’ecosistema di business, dai fornitori ai partner e distributori.

Schneider Electric inoltre sta offrendo opportunità di formazione in digitale ai suoi dipendenti e partner attraverso piattaforme online, come Energy University e proponendo moduli formativi destinati alle loro famiglie sul tema degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’ONU e su altri argomenti.

Mobilitare le persone e donare alle comunità locali
L’ 8 aprile scorso la Fondazione Schneider Electric ha annunciato la creazione di un fondo di aiuto dedicato alla crisi Covid-19. Il “Tomorrow Rising Fund” sostiene azioni di ricostruzione nell’emergenza e nel lungo termine in tutti i territori in cui Schneider Electric opera. La Fondazione invita manager e dipendenti che lo desiderino a donare e a ogni donazione corrisponderà una donazione da parte dell’azienda. L’invito è aperto anche a tutti gli altri stakeholder esterni.

Jean-Pascal Tricoire – Presidente & CEO – contribuirà personalmente con il 25% del suo salario base, per la durata della crisi in corso. A lui si sono uniti anche i membri del Comitato Esecutivo di Schneider Electric che si sono impegnati a donare al fondo il 10% del loro salario base.

Con queste iniziative, Schneider Electric conferma il suo impegno per la sostenibilità ed esprime apprezzamento per tutti coloro che stanno dimostrando un coraggio straordinario, sforzandosi di combattere questa pandemia.

Ad esempio: in Francia, più di 100 dipendenti dell’azienda si sono volontariamente offerti, come operatori qualificati, per lavorare 24 giorni su 24, 7 giorni su 7, per circa sei settimane nello stabilimento Air Liquide di Antony (zona a Sud di Parigi) per aiutare a costruire 10.000 respiratori richiesti dal governo francese; in India, le donazioni aiutano direttamente oltre 10.000 elettricisti e le loro famiglie durante il periodo di lock-down; in tutto il mondo Schneider supporta ospedali e fornitori di servizi sanitari per assicurare continuità di servizio; i dipendenti di impianti Schneider Electric nel mondo hanno iniziato un processo per stampare schermi per il viso da donare alle strutture mediche locali.

Promuovere una ripartenza green
Schneider Electric ritiene che il rilancio dell’economia sarà un’opportunità per trasformare in modo positivo la società, pertanto il Gruppo promuove decisioni e investimenti che puntino alla decarbonizzazione, alla decentralizzazione, alla digitalizzazione. Schneider Electric si è unita alla “Green Recovery Alliance” promossa dal Parlamento Europeo per ragionare in modo condiviso su piani di investimento di impronta green per il post crisi. L’alleanza si impegna a proporre le necessarie soluzioni di investimento, allineate agli impegni per la lotta al cambiamento climatico, mirando a ridare vita all’economia dopo la crisi.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.