Progetto Timberkube: ABB fornisce le tecnologie per le case 2.0

????????????????????????????????????
Esterno dell’abitazione realizzata da Timberkube.

Dalla concezione evoluta dell’edilizia, la bioedilizia, nascono le moderne proposte di costruzione intelligente: tra queste il progetto Timberkube, in cui ABB ha fornito un importante contributo per la realizzazione degli impianti tecnici.

La casa realizzata nel comune di Santa Vittoria d’Alba (CN) è stata scelta tra i modelli disponibili nel catalogo case di Timberkube e vede il legno come assoluto protagonista di un sistema modulare che riduce sensibilmente i tempi di cantiere, grazie ai moduli preassemblati in stabilimento che offrono la possibilità di dare vita a una costruzione sicura e personalizzabile, sia nelle parti esterne sia in quelle interne. Una soluzione che permette di ottenere la classe di certificazione energetica A.

Proprio per le caratteristiche della casa, massima attenzione e importanza è stata dedicata alla progettazione degli impianti, affidati alla società Integra, studio associato di Borgna & Degiovanni.

La gestione e la regolazione dell’impianto avviene tramite il sistema domotico KNX di ABB, con il quale è possibile intervenire su diverse funzioni – illuminazione interna ed esterna, regolazione della temperatura, controllo degli allarmi tecnici eccetera – tramite il touch screen installato all’interno dell’abitazione o da remoto utilizzando uno smartphone.

Questo sistema domotico ha favorito la realizzazione modulare dell’impianto elettrico, limitando di conseguenza le operazioni di posa cavi e le lavorazioni in cantiere. Ogni modulo della casa è stato realizzato in stabilimento, completo di tutti gli impianti.

Per il controllo degli accessi è stato utilizzato il videocitofono della serie Welcome M, dal design modulare e dalla massima flessibilità, mentre per le prese e i punti luce si è optato per la serie civile Mylos nella finitura Velvet, una linea elegante ed essenziale, impreziosita da una finitura morbida al tatto che esalta l’esperienza sensoriale. Mylos garantisce, inoltre, semplicità di installazione grazie ai dispositivi a parete ultracompatti, le scatole profonde solo 3 cm e la comodità nel cablaggio con il sistema bus, che riduce la presenza di cavi.

In un progetto di questo tipo non poteva mancare un impianto fotovoltaico costituito da dodici moduli policristallini da 250 W ciascuno, per una potenza complessiva di 3 kWp, collegati all’inverter fotovoltaico ABB UNO 3.0 TL installato nel locale tecnico.

La distribuzione dell’energia, infine, parte dal quadro elettrico principale, realizzato con custodia in materiale isolante e portella trasparente in colore blue petrol, della serie System pro E comfort Mistral, dotato di barre DIN per l’installazione di dispositivi modulari.

Laura Turrini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.