Modi di ricarica autorizzati in ambienti aperti a terzi

modi di ricarica veicoli elettrici«È vero che in Italia, in un parcheggio di un piccolo centro commerciale, per la carica dei veicoli elettrici non possono essere previsti punti di Modo 1 e 2?», chiede un lettore di Elettro+Watt.

Modi di ricarica in ambienti aperti a terzi: cosa dice la normativa

In effetti è vero. La premessa nazionale della Norma CEI EN 61851-1 indica «con riferimento ai modi di carica in corrente alternata adottati in Italia … in ambiente aperto a terzi deve essere adottato il Modo di carica 3.» La stessa premessa nazionale della Norma CEI EN 61851-1 non riporta limitazioni di impiego in relazione all’accessibilità del luogo di installazione (aperto o meno a terzi) nemmeno per il Modo 4 (CC).

Fatte le opportune differenze, i Modi 1 e 2 (CA con prese a spina comuni) non sono ammessi in ambiente aperto a terzi. Il Modo di carica 3 prevede il collegamento diretto del veicolo elettrico alla rete CA di alimentazione utilizzando apparecchiature di alimentazione dedicate. La norma internazionale CEI EN 61851-1 richiede un contatto pilota di controllo tra il sistema di alimentazione e il veicolo elettrico con le seguenti funzioni:

  • inserimento dei connettori;
  • continuità del conduttore di protezione;
  • funzione di controllo attiva.

Non è previsto esplicitamente alcun limite per la corrente nominale, ma di fatto esiste il limite imposto da prese e connettori attualmente disponibili.

Vantaggi e svantaggi del Modo 3

Vantaggi e svantaggi del Modo 3 sono, in un certo senso, opposti ai Modi 1 e 2: la potenza per la carica è elevata e la sicurezza anche, ma ovviamente richiede punti di carica dedicati.

Il modo di carica 4

Il Modo di carica 4 è l’unico modo di carica che prevede il collegamento indiretto del veicolo elettrico alla rete CA di alimentazione utilizzando un convertitore esterno, e un conduttore pilota di controllo che si estende alle attrezzature permanentemente collegate alla rete. Con il Modo 4 il carica batterie non è più a bordo del veicolo ma nella stazione di carica. Non è previsto esplicitamente alcun limite per la corrente nominale, ma di fatto esiste il limite imposto da prese e connettori attualmente disponibili. 

modi di ricarica

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.