Stazioni, colonnine e wallbox per la mobilità elettrica

Infrastrutture di ricarica flessibili, sistemi studiati per installazioni in ambiti specifici, modalità di ricarica su misura delle necessità di una data utenza e funzionalità di molteplici aspetti e all’avanguardia. Questo il mondo sempre più variegato delle stazioni di ricarica.

La mobilità elettrica è sempre più diffusa e da sfida quale era, fino a qualche anno fa, ha finito per trasformarsi in una mera questione di infrastrutture. Perché, per quanto la stragrande maggioranza delle ricariche avvenga in ambito domestico, in particolare durante le ore notturne di inattività, gli utenti sono preoccupati soprattutto che venga garantito loro di potere accedere, ovunque si rechino, a stazioni per la ricarica dei propri mezzi di trasporto. La maggiore preoccupazione di chi si avvicina al mondo della e-mobility ormai è di non avere a disposizione una rete infrastrutturale adeguata e di rischiare di fare un investimento a vuoto.

Parola chiave: flessibilità

La mobilità elettrica dunque piace, ma a patto che sia supportata adeguatamente da strutture affidabili e, fattore non meno importante, flessibili. E questa loro ricercata “flessibilità” si declina in diversi aspetti: la possibilità di effettuare ricariche rapide o ultrarapide, l’erogazione di potenze differenti, la compatibilità delle stazioni e dei loro erogatori con i più diffusi modelli di veicoli elettrici, senza dimenticare il ricorso a dispositivi elettronici basati sull’utilizzo di App, sulla gestione in cloud o comunque attraverso la rete, con la possibilità di spaziare in servizi all’utenza che siano di diverso tipo –dalla geolocalizzazione delle stazioni di ricarica alla possibilità di prenotarle, dalla gestione della ricarica al suo monitoraggio, fino al sistema di pagamento comodo e sicuro.

Stazioni di ricarica per diverse esigenze, quindi, con un’attenzione affinché quelle pubbliche siano veloci e ultraveloci, e quelle domestiche e destinate a spazi privati lavorino in equilibrio con la rete per scongiurare blackout e garantire la sicurezza delle rete elettrica. In poche parole stazioni di ricarica: diffuse, accessibili in qualunque situazione, rapide, sicure ed efficienti. Ecco quindi cosa propongono i produttori del settore.

Sostenibilità
Si aggiunge anche l’aspetto della sostenibilità, che se da un lato è ricercata dall’utilizzatore finale, dall’altro diventa fattore di competitività per le aziende che sono in grado di proporla. Sul mercato si affaccia così un numero sempre più elevato di proposte di stazioni di ricarica in grado di comunicare con gli impianti di autoproduzione energetica da fonti rinnovabili, quindi dotate della capacità di gestire in autonomia l’erogazione di corrente elettrica dall’impianto di produzione di energia ai sistemi di stoccaggio, valutando ogni volta la disponibilità della rete anche in base all’utilizzo nel dato momento di energia da parte di altri impianti. Lo stesso si dica per la capacità del sistema di ricarica di interfacciarsi e comunicare con altri sistemi in chiave IoT.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.