“Radio e Tv digitale 2.0”, il Documento CEI dedicato a condomini e amministratori di condominio

Pubblicato lo scorso 3 settembre il nuovo documento divulgativo del CEI – Comitato Elettrotecnico Italiano dal titolo “Radio e Tv digitale 2.0” dedicato a utenti e amministratori condominiali per guidarli al passaggio verso la nuova generazione di digitale terrestre DVB-T2. Tale documento ha l’obiettivo di presentare e spiegare le caratteristiche tecniche dei dispositivi che permetteranno la ricezione dei contenuti TV su più piattaforme, assicurando migliore qualità di immagine e suono.

Il passaggio al servizio DVB-T2: cosa cambierà

Entro giugno 2022, infatti, è previsto il completamento del passaggio definitivo al servizio televisivo di seconda generazione (DVB-T2). L’adozione del metodo trasmissivo DVB-T2 per la diffusione televisiva digitale terrestre di seconda generazione garantirà, a parità di larghezza di canale (8 MHz), velocità di trasmissione (bit rate) più elevate grazie ad una maggiore efficienza spettrale. Il passaggio al servizio televisivo di seconda generazione sarà completato con l’adozione della codifica HEVC (H.265), che permetterà di ridurre del 50% la banda occupata dal segnale video codificato e quindi un incremento dei contenuti in ogni canale televisivo a radiofrequenza.

Un documento pensato per i condomini

DVB-T2 documento CEIIl documento “Radio e Tv digitale 2.0” è nato grazie alla collaborazione tra tecnici ed esperti televisivi con rappresentanti nazionali di associazioni degli Amministratori Immobiliari e Condominiali così da porre particolare attenzione ai condomini, principali destinatari dell’obbligo di adeguamento stabilito dall’articolo n.89 della Legge di Bilancio 2018.

Inoltre, per avvicinare l’utente alle terminologie tecniche più utilizzate nel linguaggio riguardante prestazioni e funzionalità dei sistemi radiotelevisivi, è stato creato un elenco delle “Parole dell’innovazione” utile a fare chiarezza. Infine, nel documento sono presenti sia un elenco delle tipologie di certificazioni rilasciate da parte del Ministero dello Sviluppo Economico sui ricevitori idonei alla corretta fruizione dei servizi in vista dello switch off, che dei “Bollini” o “certificati di qualità” presenti sui televisori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.