Norma CEI 20-22/3-0: prove su cavi elettrici e a fibre ottiche in condizioni di incendio

caviIl CEI ha recentemente pubblicato in italiano la Norma CEI 20-22/3-0  CEI EN IEC 60332-3-10:2019-07 dal titolo “Prove sui cavi elettrici e a fibre ottiche in condizioni di incendio”.

Parte 3-10: Prova per la propagazione verticale della fiamma su fili o cavi montati verticalmente a fascio – Apparecchiatura.

La presente Norma specifica l’apparecchiatura e la sua disposizione e calibrazione per i metodi di prova per la valutazione della propagazione verticale della fiamma su fili o cavi montati verticalmente a fascio, elettrici o ottici, in condizioni definite.

Questa edizione include alcune modifiche tecniche tra cui:

a) modifiche al titolo e all’interno della Norma, per sottolineare che essa è applicabile anche ai cavi in fibra ottica oltre che ai cavi con conduttori metallici;

b) sono stati inseriti dettagli sul modo in cui i cavi sono montati sulla scala al fine di migliorare la ripetibilità e la riproducibilità della prova;

c) è stata chiarita la connessione del miscelatore Venturi al bruciatore.

La Norma in oggetto sostituisce completamente la Norma CEI EN 60332-3-10:2010-06, che rimane applicabile fino al 17-08-2021.

Parte 3-21: Prova per la propagazione verticale della fiamma su fili o cavi montati verticalmente a fascio – Categoria A F/R.

La presente Norma tratta la categoria A F/R per i metodi di prova per la valutazione della propagazione verticale della fiamma su fili o cavi montati verticalmente a fascio, in condizioni definite, si riferisce solamente ai cavi di alimentazione con sezione dei conduttori superiore a 35 mm2 installati sulla scala di prova in una configurazione spaziata sul lato anteriore e sul lato posteriore in numero tale da ottenere un volume nominale totale di materiale non metallico di 7 l/m del campione di prova. La durata di applicazione della fiamma è di 40 minuti.

Questo metodo di montaggio è destinato a cavi speciali utilizzati in installazioni particolari quando richiesto nella specifica del cavo. La categoria A F/R non è destinata all’uso generale. La prova è destinata al collaudo di tipo. I requisiti per la selezione dei cavi per le prove sono riportati nell’Allegato A. La propagazione della fiamma viene misurata come l’estensione del danno sul campione del cavo. Questa procedura può essere utilizzata per dimostrare la capacità del cavo di limitare la propagazione della fiamma. Una prescrizione di prestazione raccomandata è indicata nell’Allegato B.

Questa edizione include alcune modifiche tecniche tra cui:

a) modifiche alla traduzione del titolo e all’interno della Norma, per sottolineare che essa è applicabile anche ai cavi in fibra ottica oltre che ai cavi con conduttori metallici;

b) sono stati inseriti dettagli sul modo in cui i cavi sono montati sulla scala al fine di migliorare la ripetibilità e la riproducibilità della prova.

La Norma in oggetto sostituisce completamente la Norma CEI EN 60332-3-21:2010-06, che rimane applicabile fino al 17-08-2021.

Parte 3-25: Prova per la propagazione verticale della fiamma su fili o cavi montati verticalmente a fascio – Categoria D.

La presente Norma tratta la categoria D per i metodi di prova per la valutazione della propagazione verticale della fiamma su fili o cavi montati verticalmente a fascio, elettrici o ottici, in condizioni definite. Questo documento è riferito ai cavi piccoli di diametro esterno uguale o inferiore a 12 mm e di sezione uguale o inferiore a 35 mm2 installati sulla scala di prova in modo tale da ottenere un volume nominale totale di materiale non metallico di 0,5 l/m del campione in prova.

La durata di applicazione della fiamma è 20 min. Il metodo di montaggio utilizza il lato anteriore della scala normale solamente in formazione a contatto. La categoria è destinata all’uso generale quando è richiesto di valutare volumi molto bassi di materiale non metallico.

La prova è destinata al collaudo di tipo. I requisiti per la selezione dei cavi per le prove sono riportati nell’Allegato A. La propagazione della fiamma viene misurata come l’estensione del danno sul campione del cavo. Questa procedura può essere utilizzata per dimostrare la capacità del cavo di limitare la propagazione della fiamma. Una prescrizione di prestazione raccomandata è indicata nell’Allegato B.

Questa edizione include alcune modifiche tecniche tra cui:

a) tutte le categorie di prova preesistenti sono state mantenute e aggiornate;

b) è stata aggiunta una nuova categoria (categoria D) per soddisfare le prove su volumi non metallici molto bassi.

La Norma in oggetto sostituisce completamente la Norma CEI EN 60332-3-25:2010-09, che rimane applicabile fino al 17-08-2021.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.