Mercato elettrico ancora in crescita grazie al fotovoltaico

Ezio Galli, presidente FME

Il mercato elettrico rallenta nel 2023, ma mantiene una crescita del 19%, con il fotovoltaico che continua la sua corsa a tripla cifra (+243% nel 2022). Ne abbiamo parlato con Ezio Galli, presidente FME.

Giunto al suo terzo mandato, Ezio Galli è da poco stato rieletto alla guida di FME, per il prossimo triennio, fino al 2026, inoltre so­no state rinnovate le cariche, in modo da rappresentare al meglio il mercato italiano, costituito da piccole, medie e grandi aziende.

Il Consiglio Direttivo è compo­sto da: Fabrizio Borghini di EB Borghini; Marco Brunetti di Sac­chi Giuseppe; Domenico Caldera di CIEB; Paolo Ferrari di Comoli Ferrari & C; Leonardo Giaffreda di Weg Italia; Rudi Marconi di El­fi, Luca Marigliano di Megawatt; Sergio Novello di Sonepar Italia e Luca Zaghini di Marchioli.

Lo SVE (Statistiche Venduto Elettrico) è lo strumento di ri­levazione che utilizza FME per raccogliere ed elaborare i dati di Sell Out, dei distributori associa­ti e non, con scadenza mensile. Al momento dell’intervista sono stati considerati i dati disponibili a fine febbraio.

Facendo un bilancio per l’anno 2022, com’è stato l’andamento complessivo del mercato? 

¬ęIl bilancio √® positivo poich√© c‚Äô√® stata una crescita del 32%. In particolare, il fotovoltaico ha una avuto una crescita molto elevata, del 243%, quindi ha rappresenta¬≠to un fortissimo traino per tutto il settore elettrico. Il mercato dei cavi √® cresciuto del 22%, mentre quello del materiale elettrico del 17%¬Ľ.

In questo inizio di 2023 come sta andando il mercato elettrico? 

¬ęA gennaio e febbraio sono sta¬≠ti riscontrati valori positivi, con crescita del nostro mercato di ri¬≠ferimento, ovvero cavi e materia¬≠le elettrico, di circa il 19%. Il dato per√≤ √® inferiore rispetto agli ul¬≠timi due anni, in cui la crescita √® stata di oltre il 30%. In particola¬≠re, a febbraio la crescita √® stata del 14-16%, con cavi a 8% e ma¬≠teriale elettrico a 14,7%. A livel¬≠lo regionale non ci sono grandi differenze, come per gli ultimi anni passati, infatti la crescita continua ad essere omogenea¬Ľ.

Qual è il ruolo del fotovoltaico nel mercato attuale? 

¬ęIl fotovoltaico mantiene il suo ruolo centrale di traino per il mercato, per√≤ √® cambiato. Infatti, non c‚Äô√® pi√Ļ la corsa all‚Äôaccapar¬≠ramento dovuta al superbonus 110% che ha creato anche nu¬≠merose difficolt√†, dovute alla ca¬≠renza e mancanza dei materiali. Il mercato del fotovoltaico nel 2022 era caotico e difficile, pro¬≠prio a causa delle molte richieste del settore residenziale. In que¬≠sto ambito, per√≤, il fotovoltaico √® praticamente terminato, perch√© sono venuti meno i bonus fiscali, anche se la situazione √® in con¬≠tinua evoluzione.

Adesso il foto¬≠voltaico √® per l‚Äôindustria. Infatti, a causa della crisi energetica, le aziende che ne hanno la possi¬≠bilit√† installano impianti fotovol¬≠taici. Sono impianti grandi e di valore elevato, senza accumulo, che richiedono una progettazio¬≠ne pi√Ļ dettagliata. Sia per il pre¬≠sente che il futuro, il fotovoltaico dovrebbe mantenere un ruolo importante¬Ľ.

I crediti incagliati del Superbonus ritiene che possano essere una difficoltà anche per il settore elettrico? 

¬ęSicuramente i crediti incagliati creano delle difficolt√†, anche se minime, perch√© gli installatori, in genere, non hanno grandi capa¬≠cit√† finanziarie quindi se non in¬≠cassano si crea una certa tensio¬≠ne finanziaria che si ripercuote su tutto il settore¬Ľ.

Il PNRR può essere un fattore di crescita? 

¬ęSicuramente il PNRR (Piano Na¬≠zionale di Ripresa e Resilienza) continua ad essere una grande opportunit√† per il mercato, per√≤ c‚Äô√® incertezza nella realizzazione effettiva. Le aspettative ci sono, perch√© i lavori sono vantaggiosi anche per il mercato elettrico, ma l‚Äôauspicio √® che i fondi erogati vengano gestiti al meglio, senza rallentamenti¬Ľ.

Ci può fare una previsione per il mercato del 2023 nel suo complesso?

¬ęConsiderando i dati dei primi due mesi, ci aspettiamo una crescita di circa 11-12%, per cavi e materiale elettrico, valore che possiamo ritenere positivo, se sar√† realizzato. Di fatto il mercato √® tornato a livelli pi√Ļ elevati dopo il boom post-pandemia, anche se pi√Ļ elevato rispetto al periodo precedente (3-4% di crescita negli anni pre-pandemia).

√ą chiaro per√≤ che, a causa della situazione mondiale difficile, dovuta, ad esempio, alla guerra in Ucraina e alle tensioni tra Occidente e Oriente, ma anche ai costi dell‚Äôenergia, √® difficile fare delle previsioni certe. Il dato relativo al fotovoltaico √® difficile da ipotizzare, perch√© il mercato √® in continua evoluzione¬Ľ.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here