Le portate di corrente dei cavi in regime permanente

DSC_0325“Sembrerebbe che nella Norma CEI-UNEL 35026, per la posa entro tubazione interrata, non ci sia lo strumento per effettuare il calcolo della portata dei cavi disposti a fascio. Come non sembri contemplarne possibilità la famiglia delle Norme CEI 20-21. Come è possibile che si applichi alla CEI – UNEL 35026, quando quest’ultima non contempla i cavi disposti in fascio, in coerenza alla famiglia delle Norme CEI 20-21? Qual è il percorso logico per arrivare a dire che, per la posa interrata, possa applicare le regole della Norma CEI-UNEL 35024/1 e della Guida CEI 20-65?”.
DF Genova

La Norma CEI-UNEL 35024/1 determina le portate di corrente dei cavi in regime permanente per posa in aria e contempla la possibilità di disporre i cavi corrispondenti in fascio sia quando hanno la stessa sezione sia quando hanno sezioni diverse.

La Norma CEI-UNEL 35026 determina le portate di corrente dei cavi in regime permanente per posa interrata ma non prende in considerazioni la possibilità di disporre più linee con cavi in fascio nella stessa tubazione interrata. Il calcolo tuttavia può essere eseguito utilizzando la norma CEI 20-21, ovviamente con riferimento al numero di conduttori caricati e al valore della temperatura superficiale media che assumono i cavi nelle condizioni di esercizio. Dal momento che questo processo però è piuttosto impegnativo e richiede calcoli iterativi laboriosi si può fare riferimento alla Guida CEI 20-65.

La Guida CEI 20-65 illustra metodi di verifica termica (portata) per cavi raggruppati in fascio contenente conduttori di sezione differente e si applica anche ai cavi installati in tubi protettivi interrati, secondo la Norma CEI –UNEL 35026 estendendone i risultati anche a tubazioni interrate, qualora venisse utilizzato questo tipo di installazione. Si tratta però di una guida e non di una norma. A onor del vero il risultato che si ottiene non si discosta generalmente in modo significativo da quello ottenibile utilizzando il coefficiente k2 indicato al paragrafo 4.2.1 della norma CEI UNEL 35024, che deve essere applicato alla portata del singolo circuito installato in tubo.

Elettrodubbio
Hai un quesito legato ad aspetti tecnici o normativi?
Scrivi a: elettro@tecnichenuove.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.