Con l’impianto full LED la casa di cura risparmia

L’intervento presso la casa di cura privata polispecialistica Dott. Pederzoli di Peschiera del Garda (VR) ha permesso di illuminare le camere di degenza in modo ideale, affinché i pazienti possano sentirsi al sicuro, in un’atmosfera familiare e, allo stesso tempo, i medici e gli infermieri riescano a operare in condizioni di luce adatte al loro lavoro.

Nella struttura oggetto del presente servizio è stata realizzata un’installazione unica, seguendo le specifiche tecniche della committenza in termini di dotazioni e integrando perfettamente nell’arredo il sistema di illuminazione, creato “su misura” per la struttura di degenza.
L’obiettivo dell’intervento era quello di illuminare gli spazi comuni e, soprattutto, le camere di degenza in modo ideale, affinché i pazienti fossero in grado di sentirsi al sicuro, in un’atmosfera familiare, naturale e benefica per il processo di guarigione e, allo stesso tempo, i medici e gli infermieri avessero la possibilità di operare in condizioni di luce adatte al loro lavoro. È così stato scelto di utilizzare esclusivamente la sorgente LED in tutti gli ambienti della struttura.

I dispositivi installati
Nello specifico, si è optato per due dispositivi Zumtobel. Nei corridoi e nelle aree comuni della casa di cura sono stati installati apparecchi downlight Panos Infinity E200HL 23W e 32W, predisposti in modo classico in controsoffitti a quadrotti 60x60mm e comandati tramite DALI con un sistema di gestione Siemens.
Per le camere di degenza, invece, si è scelto Sinus, un sistema tecnologico di illuminazione e alimentazione dedicato agli spazi di degenza e cura e ideato appositamente da Zumtobel in modo da essere integrato alla perfezione nell’arredo delle stanze. Sinus, infatti, offre la possibilità di soddisfare sia le esigenze dei pazienti che quella del personale curante attraverso una serie di moduli LED che si accendono uno a uno oppure tutti insieme, in modo da creare la giusta illuminazione generale, per la lettura, per la notte o per le visite mediche.

Le “travi testaletto”
Dal momento che nelle camere dei pazienti gli armadi e la tenda privacy si trovavano nella parte centrale della stanza, tra i due letti, mentre il punto di alimentazione elettrico e gas per le travi era unico per entrambi i posti letto, Zumbtobel ha realizzato travi testaletto singole installate a parete, congiunte con una speciale canalina di raccordo completamente cablata e realizzata su misura in termini di lunghezza e spessore – in modo da rimanere dietro l’armadio centrale. Nell’unità Sinus sono stati integrati perfettamente tutti gli elementi necessari: prese elettriche, interruttori, telefoni, chiamata infermieri, prese dati e allacciamenti per gas medici; la parte retrostante rimane disponibile su tutta la lunghezza per fissare elementi come mensole o ganci, dove custodire oggetti personali. Le travi testaletto Sinus full LED risultano dotate di luce di lettura da 12W ( 840 °K), luce notturna da 1,2W (830 °K) e luce indiretta/ambiente da 47W ( 840 °K), comandata anch’essa tramite Dali con il sistema di gestione Siemens. Il massimo della flessibilità è dato dagli elementi LED, che possono essere spostati in senso orizzontale adattando l’illuminazione al numero di letti e alla loro disposizione.

Tre soluzioni in una. In ordine: luce indiretta/ambiente da 47W (840°K), luce di lettura da 12W (840°K) e luce notturna da 1,2 W (830°K).
Tre soluzioni in una. In ordine: luce indiretta/ambiente da 47W (840°K), luce di lettura da 12W (840°K) e luce notturna da 1,2 W (830°K).

Zoe Parisi

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.