CAME compie 50 anni: da piccola realtà a gruppo internazionale

Dall’esordio negli ’70 con FROG e BIMBO, sino ai Grandi Progetti degli anni 2000 e alle recenti automazioni per lo stadio più grande del mondo. In occasione delle celebrazioni, il Presidente di Assindustria Veneto Centro Leopoldo Destro ha consegnato al Fondatore di CAME Cav. Paolo Menuzzo una targa di riconoscimento alla capacità di fare impresa.

CAME, realtà Made in Italy leader a livello mondiale nel settore delle soluzioni integrate pensate per l’automazione, il controllo e la sicurezza di ambienti residenziali, pubblici e aziendali, festeggia oggi i suoi primi 50 anni dedicando un’intera giornata alle persone che ne hanno fatto, e continuano a farne, la storia. A far da cornice a 50 anni di innovazione, passione per la tecnologia e l’evoluzione, l’Headquarters del Gruppo a Dosson di Casier alle porte di Treviso.

Durante l’evento, a cui ha partecipato anche il sindaco di Casier, il Fondatore Cav. Paolo Menuzzo è stato premiato dal Presidente di Assindustria Veneto Centro, Lepoldo Destro, con una targa di riconoscimento alla sua capacità di fare impresa e ha così commentato: «Nonostante questo sia in generale un periodo di difficoltà con tutto ciò che sta accadendo, bisogna sempre credere nel futuro ed essere ottimisti. È attraverso questa filosofia che CAME ha saputo superare la prova del tempo e adattarsi a qualsiasi cambiamento, storico, di mercato e culturale, nel corso di questi 50 anni. Oggi siamo qui non per celebrare un punto di arrivo, ma una partenza verso nuove strade e nuovi traguardi».

Paolo e Andrea Menuzzo vengono premiati dal Presidente di Assindustria Veneto Centro, Lepoldo Destro.

La storia di CAME inizia negli anni ’70 quando Paolo Menuzzo ideò FROG, il primo cancello ad apertura automatica grazie ad un motore elettromeccanico a tenuta stagna e completamente interrato, divenuto iconico. Infatti, in quegli anni possedere un cancello motorizzato era uno status symbol, e l’idea di renderlo un prodotto accessibile a tanti fu vincente. Secondo step BIMBO, il primo radiocomando miniaturizzato, finalmente tascabile e maneggevole, pensato per essere fissato al cruscotto o al parasole dell’auto, oppure riposto nella borsetta delle signore.

Il primo capannone risale invece agli anni ’80, nei ’90 i primi passi verso l’espansione sia in Italia che in Europa, mentre l’exploit tecnologico porta a un forte ampliamento di gamma delle automazioni. Gli anni 2000 segnano l’inizio delle acquisizioni e dell’espansione internazionale, nonché la capacità di CAME di intercettare un nuovo trend, il business della “sicurezza”.

fondatore came
Paolo Menuzzo a Expo Milano 2015.

Arrivano poi i Grandi Progetti degli anni 2010, come Expo Milano 2015, che successivamente hanno portato all’era dell’integrazione tra i prodotti sia propri che terzi e alla realizzazione di importanti progetti in ambito urbano e collettivo, fino alla recente automatizzazione del sistema di controllo accessi per uno dei più grandi stadi del mondo in Qatar.

Così l’azienda, da piccola realtà locale con quattro dipendenti e un fatturato di 3 milioni di Lire ad inizio anni ’70, cresce fino a diventare una holding da oltre 2000 collaboratori che ha chiuso il 2021 con un fatturato di 260 milioni di euro e che si appresta a chiudere il 2022 con un fatturato di circa 290 milioni di euro.

In mezzo secolo la famiglia Menuzzo ha fatto molta strada e il successo li ha portati in ogni parte del mondo, soprattutto grazie all’opera di internazionalizzazione di Andrea Menuzzo, Presidente dell’azienda dal 2018. CAME oggi possiede 11 stabilimenti produttivi di cui 3 tra Veneto e Friuli-Venezia Giulia, e altri dislocati tra Francia, Spagna, Inghilterra, Turchia e Brasile; presidia il mercato con filiali in 20 Paesi, grazie a partner e distributori commerciali opera in 118 Paesi in tutto il mondo, e inoltre vanta 10 centri di R&D.

Questo è solo l'inizio
presidente came
Andrea Menuzzo, Presidente di CAME.

«Sono contento di essere qui e di condividere questo momento con tutti i nostri collaboratori, stakeholder e partner, che hanno contribuito a costruire la storia di CAME e che tuttora continuano a farlo. Oggi festeggiamo i primi 50 anni della nostra realtà, la strada che abbiamo percorso è tanta come anche i successi raggiunti, possiamo esserne tutti fieri. Al contempo il nostro sguardo è già rivolto al futuro, agli importanti programmi di crescita dove tecnologia e integrazione diventeranno protagonisti sempre più rilevanti. In questi 50 anni abbiamo gettato le basi per poter un domani festeggiare i 100 anni di CAME e già dai prossimi giorni lavoreremo per raggiungere questo nuovo obiettivo».

Il segreto di questo successo lo descrive bene la vision dell’impresa CAME: “Credere sempre in un mondo dove l’innovazione tecnologica sostenibile renda la vita delle persone più semplice, sicura e confortevole”.

Oggi CAME grazie alle sue soluzioni è in grado di soddisfare le esigenze più diverse adattando anche la propria tecnologia ai bisogni di ogni progetto: automazioni, smart home, controllo e sicurezza degli accessi, sistemi di parcheggio. Senza dimenticare il rapporto con il design, affinché i prodotti, oltre ad essere innovativi e performanti, siano anche piacevoli da vedere e da utilizzare.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Professione*

Città*

Provincia*

Telefono

Oggetto

Messaggio*

Ho letto e compreso l'informativa sulla privacy e sono stato informato sul trattamento dei dati da parte di Tecniche Nuove Spa e delle aziende del Gruppo Tecniche Nuove Spa per l’invio di contenuti editoriali, e-book, white paper, guide e monografie, inviti a eventi e convegni professionali di interesse.*
Desidero ricevere la newsletter di Elettro, ho letto e compreso l'informativa sulla privacy del Gruppo Tecniche Nuove Spa e acconsento al trattamento dei miei dati per questa finalità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here