Schneider Electric al nono posto nella classifica delle aziende sostenibili

202
Fra i progetti di sostenibilità, Schneider Electric incentiva la mobilità elettrica

Schneider Electric ha raggiunto la nona posizione nella classifica 2015 Global 100 Most Sustainable Corportations in the World  Index (Global 100), resa nota dalla società di media e consulenza di investimenti Corporate Knights. Le aziende che fanno parte della Global 100 sono le migliori in termini di sostenibilità nei rispettivi settori industriali. La top 100 è stata composta a partire da un universo di partenza composto da 4.609 aziende quotate in borsa, con una capitalizzazione di mercato maggiore di 2 miliardi di dollari. La classifica è determinata usando 12 indicatori quantitativi di sostenibilità, tra cui la quantità di fatturato generato per ogni unità di energia consumata, ed il tasso di incidenti sul lavoro che abbiano determinato una perdita di tempo lavorativo pari o superiore a un giorno/un turno (Lost-time injury rate).

Schneider Electric ha creato 10 anni fa il suo Planet & Society Barometer per misurare le proprie performance di sostenibilità. Questo strumento tiene traccia del percorso fatto fin dal 2015, misurando obiettivi definiti in un arco di tre anni e misurando trimestralmente i risultati registrati per gli indicatori chiave. Con ogni nuovo programma aziendale triennale, il Gruppo definisce un nuovo Planet & Society barometer. Il progresso verso i risultati complessivi previsti è misurato usando una scala da 1 a 10. Il risultato finale del Planet & Society Barometer per il periodo 2012/2014 sarà reso noto il 19 febbraio prossimo;  comunque è già stato superato l’obiettivo triennale di raggiungere un punteggio di 8/10, registrando un punteggio di 9,2 su 10. La nuova versione del Planet & Society Barometer sarà presentata anch’essa il 19 febbraio 2015.

 

Per maggiori informazioni su Planet & Society barometer visitare:  www.schneider-electric.com/barometer

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here