La scelta del cavo esatto

374

I cavi da passare e da collegare all’interno di un’abitazione dipendono principalmente dalla tipologia di utenze e di servizi richiesti dal cliente, oltre che dal livello di integrazione tra i vari servizi.

 In base a queste considerazioni è possibile definire tre tipologie di infrastrutture e quindi di quantità minime di cavi da cablare. La valutazione dei servizi e delle utenze richieste dal cliente porta all’individuazione dei cavi da passare all’interno di ogni locale dell’abitazione. Questo tipo di valutazione coinvolge sia i tipi di servizi richiesti che il grado di integrazione tra i diversi sistemi presenti nell’abitazione.

Livello Base

La complessità degli impianti può essere suddivisa in livelli: il livello base, il livello intermedio e il livello avanzato. Mentre il livello base e il livello intermedio implementano funzionalità semplificate con il vantaggio di una progettazione più snella, il livello avanzato contempla soluzioni molto più flessibili, personalizzabili e veramente integrate. Le installazioni che prevedono un livello base sono in grado di offrire alcuni servizi come la televisione digitale terrestre e la televisione satellitare, oltre a internet e alla telefonia. Questo tipo di infrastruttura richiede l’installazione, per ogni utenza, di due cavi schermati Cat 5e (o Cat 6) e di due cavi coassiali di classe A (o superiore). Questo tipo di soluzione rende, infatti, possibile la distribuzione di segnali televisivi, della rete internet e della telefonia all’interno di un ambiente dell’abitazione.

Livello intermedio

Le installazioni con questo livello implementano le funzionalità realizzate dal livello base con l’aggiunta di funzioni legate alla diffusione sonora. Per questo motivo, tale soluzione prevede tutti i cavi identificati nel livello base con l’aggiunta dei cavi necessari per la diffusione sonora e in modo tale che i contenuti siano fruibili nei vari ambienti dell’abitazione. Il cablaggio intermedio contempla, quindi, la presenza dei collegamenti per i diffusori e per i punti di controllo necessari alla gestione delle funzioni legate alla distribuzione audio. Un’infrastruttura di questo livello è in grado di distribuire contenuti audio di qualità elevata e di distribuire sorgenti audio provenienti da sistemi centralizzati.

Livello avanzato

In questa configurazione, lo spazio tecnico principale rappresenta lo spazio al quale confluiscono sia i cablaggi provenienti dall’esterno dell’abitazione, quali la telefonia, internet e i servizi televisivi, sia i cablaggi interni all’abitazione che provvedono ai servizi base per la televisione, la trasmissione dati internet e i telefoni. Per ogni zona audio che si intende implementare all’interno dell’abitazione sono da prevedere un cavo Cat 5e per il controllo audio e un cavo a quattro conduttori per i diffusori con sezione da calcolare a seconda delle distanze massime tra la stazione tecnica e i diffusori. Questi cablaggi fanno tutti capo allo stesso spazio tecnico principale e servono per implementare le diverse zone audio presenti nell’abitazione. Il collegamento, inoltre, delle sorgenti audio remote verso lo spazio tecnico principale richiede la stesura di ulteriori due cavi Cat 5e e due cavi coassiali di classe A o superiore.

Comparazione tra i diversi livelli

Mentre il livello intermedio garantisce, rispetto al livello base, la possibilità di trasportare segnali audio ai diffusori e di riprodurre, quindi, i contenuti audio provenienti dalle diverse sorgenti presenti all’interno dell’abitazione, il livello avanzato comprende alcuni elementi di integrazione della domotica con gli altri sistemi e include funzionalità legate alla gestione dell’illuminazione, degli oscuranti, del sistema TVCC, oltre alla gestione del sistema di condizionamento e di riscaldamento. Il progetto, in questo caso, risulta fortemente personalizzabile a seconda delle esigenze del cliente e del tipo di sistema installato. La presenza di punti di comando e la possibilità di gestione tramite iPad e iPhone permette, infatti, una completa flessibilità e l’impostazione di parametri veramente personalizzati. (ing Laura Lazzerini)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here