Con free@home ABB rilancia la domotica

315

ABB e sistema domotica free@homeUn orientamento attraverso l’evoluzione tecnologica

ABB propone ABB-free@home®, la nuova soluzione sistemistica già diffusa nella maggior parte dei Paesi europei, in diversi paesi extraeuropei, e di prossimo lancio anche in Italia. Con il sistema ABB-free@home®, facile da utilizzare e ricco di funzionalità personalizzabili, ABB è in grado di accompagnare sia l’utilizzatore finale che l’installatore elettrico attraverso un cambiamento di paradigma per quanto riguarda l’impiantistica domestica. L’utilizzatore finale, infatti, oggi è già in grado di avvalersi delle più moderne tecnologie e interfacce di connettività diffusa, ma il problema maggiore è, e sarà ancora più rilevante nei prossimi anni, quello di orientarsi tra la massa di informazioni che il mercato rende disponibili riuscendo a individuare le soluzioni che rispondono in modo affidabile alle effettive esigenze di ciascuno nella propria casa.

Allo stesso modo gli installatori, che sono gli interlocutori diretti dell’utente, devono essere formati e supportati nell’applicazione delle nuove tecnologie, per offrire ai clienti il massimo dei benefici che ne derivano e, allo stesso tempo, dare un alto valore aggiunto al proprio lavoro.

Una home automation semplice e intuitiva, fiore all’occhiello delle nuove proposte ABB per il residenziale, agevola gli installatori consentendo loro di risparmiare tempo negli interventi e permette agli utilizzatori finali di predisporre la propria abitazione per i trend tecnologici che si prevedono in forte crescita nel prossimo quinquennio.

Il percorso di ABB, dalla domotica all’Internet delle Cose

Nella logica IoT (Internet of Things”)  tutti gli “oggetti”, di qualsiasi tipo, possono potenzialmente acquisire un ruolo attivo all’interno della Rete grazie alla possibilità di essere riconoscibili e di comunicare tra di loro in un interscambio reciproco di dati. Con i sistemi di home automation anche molti “oggetti” presenti nelle nostre case, in particolare quelli connessi ai diversi impianti tecnologici, sono già allineati a questa logica, essendo dotati di intelligenza e operando in comunicazione tra di loro.

Il passo successivo, visto anche in una prospettiva di “smart city” e “smart grid”, è quello di interconnetterli nel modo più ampio possibile con il mondo esterno perché possano accedere a informazioni di interesse operativo e trasmettere i propri dati utili a una gestione globale, per esempio delle risorse energetiche.

ABB, con la propria esperienza di oltre 25 anni nella home e building automation, fornisce già sistemi in grado di interfacciarsi facilmente con le reti basate su protocollo IP grazie alla versatilità dello standard internazionale KNX e all’ampia disponibilità di dispositivi di conversione tra i due protocolli. Questi sistemi hanno quindi il vantaggio di dialogare con tutti gli apparecchi che operano su IP, come smartphone, tablet, smartTV e altri apparecchi multimediali, e i componenti con cui vengono realizzati possono, fin da ora, integrarsi nella logica IoT.

leggi la brochure in italiano: ABB free@home

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here