Come si fa il monitoraggio di 3 correnti con 2 TA?

972

Monitoraggio di tre correntiPer misurare o monitorare correnti alternate elevate si ricorre ai trasformatori di misura amperometrici, denominati più semplicemente TA, che riportano al secondario una corrente minore di quella primaria ma a essa esattamente proporzionale.

Cerchiamo di comprendere il principio su cui si basa questo noto schema per poterlo eseguire correttamente. Per misurare o monitorare 3 correnti di un sistema trifase a tre fili sarebbero necessari 3 TA (uno per fase) ma se ne possono usare soltanto due sfruttando questo ingegnoso, ma allo stesso tempo semplice, schema di inserzione.

Collegando insieme i due principi dei secondari dei due trasformatori (dettaglio 2) si crea un nodo (A) dal quale fuoriesce la corrente I3”.

In un sistema a tre fili I1+I2+I3=0 e di conseguenza anche la somma delle correnti secondarie sarà nulla ovvero I1”+I2”+I3”=0 da cui I3”=-I1”-I2” che è la stessa relazione che si ottiene applicando il primo principio di Kirchhoff al nodo A dal quale preleviamo I3”.

Questo schema non è applicabile ai sistemi trifase a quattro fili, (dettaglio 1) ossia dotati di neutro, in quanto, in questo caso, la somma delle correnti di fase non è più nulla ma è pari alla corrente che passa nel neutro stesso. (ing Daniele Vetrucci).

Guarda lo schema con i dettagli dell’impianto.

schema elettrico del sistema di monitoraggio

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.