Blocchi differenziali, collegamento “senza pensieri”

542

QuickVigi

Nei quadri elettrici collegamenti e serraggio dei cavi vanno effettuati in modo corretto per evitare surriscaldamenti e rischi di incendio; con il blocco differenziale oggetto del presente servizio l’installatore non può commettere errori e l’impianto è sicuro.

Il rinnovamento della gamma di apparecchi modulari Acti 9 di Schneider Electric ha permesso di poter disporre, ad oggi, di un innovativo blocco differenziale associabile agli interruttori magnetotermici iC60: QuickVigi iC60. Totalmente riprogettato rispetto alla versione precedente, esso è caratterizzato dal sistema di connessione brevettato Everplug® che permette di associare il blocco differenziale all’interruttore magnetotermico senza dover serrare i morsetti del blocco Vigi. Rispetto ai blocchi Vigi tradizionali, infatti, QuickVigi® dispone di particolari contatti a molla che, entrando nel morsetto dell’interruttore, vanno a esercitare una forza di 2 kg, realizzando una pressione idonea a garantire un perfetto funzionamento. È fondamentale, infatti, che all’interno di un quadro elettrico i collegamenti e il serraggio dei cavi avvengano in modo corretto, per evitare surriscaldamenti e rischi di incendio; QuickVigi iC60 risulta per questo molto importante e aumenta la sicurezza dell’impianto poiché evita che l’installatore si dimentichi di stringere le viti o di effettuare il serraggio non correttamente.

Montaggio rapido

Un altro vantaggio di rilievo è dato dal fatto che i nuovi blocchi differenziali possono essere montati molto rapidamente, facendo risparmiare tempo nella realizzazione del quadro, che in Italia è spesso caratterizzato da un numero elevato di blocchi Vigi. Una volta associato il blocco differenziale e avvenuta l’installazione, è necessario chiudere il pin di blocco presente sul prodotto e richiesto dalla norma per dare evidenza a un’eventuale manomissione. È comunque sempre possibile, anche in caso di errata scelta dell’interruttore magnetotermico, riaprire l’assieme per una sostituzione. All’interno della gamma di blocchi differenziali iC60, composta da versioni a 25, 40 e 63 A e caratterizzata da marcatura IMQ, QuickVigi è presente per le prime due versioni.

Elevata sicurezza

In aggiunta alla novità che riguarda la connessione del blocco differenziale, i Vigi iC60 sono anche caratterizzati da Visitrip®, l’indicatore sganciato sul fronte dell’interruttore: un indicatore meccanico bianco-rosso posto sull’interruttore indica se questo si è aperto per via di un movimento manuale (bianco) o a seguito di un guasto (rosso). Acti 9 è dotata di Visitrip® sui blocchi Vigi iC60, sugli interruttori magnetotermici iC60 e sui vari ausiliari di sgancio: in questo modo è sempre possibile individuare rapidamente su un quadro elettrico il circuito sul quale intervenire e discriminare anche il tipo di guasto (ad esempio per sovraccarico, per dispersione verso terra o tramite intervento d’emergenza). A catalogo, per Acti 9 è riportata la compatibilità dei Vigi iC60 con gli accessori (es. coprimorsetti o richiusura tramite manovra rotativa), l’associazione con gli interruttori magnetotermici (iC60) e i vari dati tecnici.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here